Area multisport e pista di atletica fruibile da tutti

Quando si parla di realizzare una superficie sportiva, bisogna prendere in considerazione  tutte quelle che possono essere le variabili del caso come l’utilizzatore finale, l’accessibilità all’area ai visitatori abbattendo le barriere architettoniche e ai mezzi di soccorso e al contesto nel quale verrà creata questa opportunità di fare sport in modo trasversale, indipendentemente dalla fascia di età e dal tipo di possibilità fisica che si ha. Oltre a creare tutte quelle condizioni che possono permettere a tutti di accedere, di allenarsi di fare sport a livello amatoriale o agonistico, molto spesso si cerca di dar vita ad una realtà complessa che raccolga al suo interno  varie aree sportive creando una cittadella multidisciplinare con l’obiettivo di creare le condizioni per un incontro/confronto tra i vari sport. Per concretizzare quanto sopra premesso la scelta del pavimento più idoneo deve possedere determinati requisiti quali: essere planare e omogeneo, drenare, che può essere utilizzato da scarpe chiodate ma allo stesso tempo anche da ruote (biciclette, handbike, sedia a rotelle) e che abbia un giusto equilibrio tra l’assorbimento della pressione esercitata sulla superficie e la sua memoria a ritornare allo stato iniziale. Una realtà del genere è presente a Padova in una Onlus privata dove è stata collocata una pista di atletica rispettosa di tutti i parametri sopra elencati con al centro una platea in calcestruzzo multisport di colore verde a quota pista per evitare dislivelli. Su questa platea si può praticare pallavolo,  basket e pattinaggio.

Sempre in quest’area in data 20 ottobre 2018 il progetto Obiettivo 3, che ha lo scopo di avviare allo sport atleti con disabilità dando loro un valido supporto a livello tecnico sportivo e nella scelta dell’ausilio per la pratica del loro sport, ha organizzato un evento per reclutare potenziali candidati per le Paralimpiadi di Tokio 2020.

Fondato dal campione Alex Zanardi, Obiettivo3 in un anno e mezzo di attività ha già raggruppato più di trenta atleti provenienti da tutta Italia e che si sono messi in gioco sognando Tokio. In questo periodo gli atleti di O3, che praticano handbike, ciclismo e atletica, hanno già raccolto tante soddisfazioni, guadagnando svariate medaglie nazionali, europee e mondiali. 

 

Pierpaolo Narciso