Lo sport come passione, studio, lavoro

Il Liceo Sportivo San Leonardo Murialdo di Albano Laziale (RM), l’ufficio Pastorale dello Sport della Diocesi di Albano, in collaborazione con il CSI comitato di Roma, ha organizzato venerdì 5 ottobre 2018, presso il seminario di Albano, uno scambio di esperienze tra professionisti del mondo dello sport e imprenditori con i ragazzi della scuola di quarta e quinta superiore.  

L’obiettivo era quello di offrire ai partecipanti una visione ampia di quali possibilità può dare lo sport nell’approccio al mondo del lavoro.

Sono intervenuti ragazzi, insegnati, educatori, società e associazioni sportive oltre alla TV diocesana.

 

Anche la società Narciso group srl ha avuto l’onore di essere invitata a questo evento. A partecipare è stato l’amministratore della società, Narciso Pierpaolo, che ha portato la sua esperienza raccontando il suo passato da agonista sportivo nel canottaggio per poi passare a raccontare il suo cammino verso l’attività imprenditoriale che ha sempre girato intorno allo sport. 

Lo sport è sempre stato la costante della sua vita, il bagaglio culturale che ha continuato ad arricchirsi e ad arricchirlo come persona e come sportivo.

Lo sport per lui ha rappresentato una base solida di valori (impegno, costanza, lavoro di squadra, rispetto degli altri, sviluppo di idee, obiettivi migliorativi) da portare e sviluppare nell’ambito lavorativo.

 

Riassumiamo in poche ma significative righe, il pensiero e quanto detto nell’incontro dal sig. Narciso:

“Per affrontare il mondo del lavoro ritengo sia importante cercare di dare quel valore aggiunto che ci rende diversi. NON FACCIO NULLA DI DIVERSO DAGLI ALTRI MA E’ ANCHE VERO CHE GLI ALTRI NON FANNO NULLA DI UGUALE A QUELLO CHE FACCIAMO NOI   PERCHE’ NOI PRESENTIAMO NOI STESSI.

Non sappiamo quello che ci preserverà il futuro ma possiamo orientarlo offrendo il meglio di noi e creandoci quelle situazioni che possono portarci a crescere e continuare così…prima o poi

qualcosa di bello accadrà. 

Quello che cerco di fare è creare una condizione personale che sia in grado di essere propositiva verso me stesso e verso gli altri, interrogandomi, mettendomi alla prova tutti i giorni e trovando degli argomenti per auto-motivarmi.

La mia predisposizione a praticare sport mi ha sempre aiutato ad emergere in varie discipline come il nuoto, il rugby, la pallavolo, il canottaggio, le discipline da combattimento e crossfit ma il percorso della vita mi ha portato a fare delle scelte personali, famigliari, sportive e professionali che non gravassero su di me e sugli altri.

L’aspetto importante è maturare la consapevolezza che OGNUNO DI NOI PUO’ VINCERE LA PROPRIA OLIMPIADE: C’E’ QUELLA SPORTIVA CHE FA RIFERIMENTO ALLA EVENTO SPORTIVO, MA C’E’ ANCHE QUELLA DELLA VITA CHE FA RIFERIMENTO ALLA NOSTRA CRESCITA PERSONALE E CHE PERMETTE DI VINCERE OGNI GIORNO UNA MEDAGLIA”.

 

 

Gilberto Stival

Docente di Scienze Motorie e dott. in Scienze Riabilitative delle Professioni Sanitarie – fisioterapista