Streetwork come allenamento da strada

Lo streetwork rappresenta per coloro che vivono in città una valida alternativa alla palestra e un buon modo per utilizzare gli spazi cittadini, le aree verdi e i parchi per allenare i muscoli del corpo. Questa pratica urbana consente di allenarsi ovunque e trasformare anche ciò che la natura e l’architettura mettono a disposizione come strumenti di allenamento funzionale.

 

Lo streetwork si basa su una precisa metodologia, tecnica e programmazione, con periodizzazione degli esercizi. Ne guadagna tutta la forma fisica nel complesso, specie se per tutto l’allenamento si segue una certa gradualità di impegno fisico negli esercizi e intensità.  

Di fatto l’allenamento si articola su 4 fasi:

-l’allenamento aerobico è una lavoro cardio che prevede la corsa, box jump (salti sul box), skip a terra o in piedi, salto della corda, gradoni sul box;

-l’allenamento olimpico è un lavoro composto da accosciate complete (squat), affondi, deadlift (stacchi con il bilanciere), clean & jerk (stacco-squat-spinta), push press (spinta in alto);

-l’allenamento calisthenico è un lavoro composto da esercizi a corpo libero come i pull-up (trazioni alla sbarra), push up (piegamenti sulle braccia), handstand (verticali), dip (lavori alle parallele);

-l’allenamento funzionale è un lavoro composto da movimenti completi per tutto il corpo nello stesso esercizio come i burpees (piegamenti sulle braccia + salto), swing (oscillazioni con kettlebell), corda nautica (onde con le braccia utilizzando la corda), pistols (accosciate ad una gamba).

 

L’allenamento può essere svolto in qualsiasi contesto indoor (palestra) e outdoor (parchi, piazze) e si lavora sia in forma aerobica che anaerobica.

L’allenamento indoor prevede l’utilizzo a corpo libero di sbarre, anelli, kettlebell, madball, corde, pneumatici da 40-100 kg, sacchi, sandbag, trx, bilancieri olimpici e tutto quello che si ha a disposizione.

Nell’outdoor muretti, panchine, alberi e tutto ciò che c’è in natura diventa uno strumento utile per fare workout. 

 

Buona parte dell’allenamento riguarda il lavoro dei vari distretti muscolari in fase di carico: si impara come utilizzare l’attrezzatura wellness e trainer nel modo più corretto, per non incorrere in danni muscolari.

Il trainer poi aiuta molto a comprendere se stessi e il modo in cui lavora il proprio cuore in sinergia ai muscoli e alla respirazione

Lo streetwork è ottimo sia per migliorare le prestazioni atletiche come forza, velocità, potenza, resistenza, sia in ambito fitness con programmi orientati alla tonificazione e alla perdita di grasso corporeo in eccesso.

 

Pierpaolo Narciso