La respirazione durante gli esercizi fisici

Anatomicamente l’apparato respiratorio è formato da naso, bocca, faringe, laringe, trachea, bronchi e polmoni, oltre ad una serie di muscoli detti muscoli respiratori che contribuiscono al movimento di queste strutture.

L’apparato respiratorio è fondamentale per apportare l’ossigeno all’organismo e agli organi interni come tessuti, muscoli, cuore, cervello etc. ma anche per espellere dal suo interno i prodotti di scarto come l’anidride carbonica.

 

L’atto respiratorio, o più semplicemente la respirazione, è composto da:

-una fase di inspirazione nella quale l’ossigeno presente esternamente nell’aria entra nell’organismo e, legandosi a emoglobina e globuli rossi, va a nutrire tutto il corpo;

-una fase di espirazione nella quale l’ossigeno ormai utilizzato e trasformato in anidride carbonica esce dall’organismo.

 

Con l’esercizio fisico aumenta la frequenza respiratoria perché il corpo umano ha bisogno di più energia e quindi di più ossigeno per l’attività di organi e muscoli. L’allenamento, a prescindere dal tipo di esercitazione (aerobica, anaerobica, di resistenza) permette di rinforzare i muscoli respiratori per ottenere una maggiore espansione della gabbia toracica migliorando al contempo la capacità di contrazione e, con il tempo, diminuire gli atti respiratori sotto sforzo.

 

Esistono poi 2 tipi di respirazione:

-toracica, ossia un’espansione del torace diretta

-diaframmatica, ossia un’espansione del torace indiretta attraverso l’utilizzo quasi esclusivo del diaframma che rappresenta il principale muscolo respiratorio. Il diaframma permette una naturale espansione e riduzione della gabbia toracica. Purtroppo non sempre riusciamo a utilizzarlo nel migliore dei modi ed è quindi importante avvalersi di tecniche respiratorie prima e dopo allenamento al fine di gestire la fatica e migliorare la performance sportiva durante una competizione.

 

 

Alla respirazione va quindi riconosciuto un ruolo fondamentale in vista di un risultato finale sempre migliore e va allenata attraverso tecniche respiratorie in vista di una maggiore resistenza alla fatica perché una buona e corretta respirazione, oltre a liberare il nostro corpo da tossine, ci libera da stress ed ansia per farci sentire bene.

 

 

Dott. Giuseppe Diana

Head Strength and Conditioning Coach