Il nuoto in gravidanza come momento di benessere psico-fisico

Prima di dare seguito e sviluppo al tema di questo articolo, è bene precisare che la gravidanza non è una malattia bensì un percorso temporaneo, principalmente fisiologico ma anche psicologico della vita di una donna che, molto spesso, viene condiviso anche nella coppia. Alla luce delle trasformazioni subite durante questo periodo di maturazione, la donna non ha dei problemi, salvo patologie e complicazioni particolari, ma solo dei cambiamenti inevitabili, legati alla condizione stessa in cui si trova.

 

Pertanto, in questa fase di transizione e di cambiamento, dare benessere psico-fisico ad ogni mamma in attesa è l’ obiettivo principale dell’ attività natatoria che non deve assolutamente essere confusa o sostituita con l’attività medica di ostetriche o ginecologi:

-il nuoto è un’attività fisica che la mamma sceglie di fare per sentirsi bene

-le visite mediche e i controlli in gravidanza devono essere una costante necessaria durante tutto l’iter gestazionale

 

Fatta questa dovuta premessa, Il nuoto è considerato lo sport ideale per ogni futura mamma in quanto riesce a creare tutte le condizioni per aiutarla durante il decorso perchè offre modi, tecniche ed ambienti adeguati per il raggiungimento di un buon stato sia fisico che mentale.

 

L’ attività e il movimento in acqua può essere calibrata da un istruttore esperto in base alle necessità delle mamme in dolce attesa e garantendo, attraverso l’indispensabile sostentamento dell’ acqua, la possibilità di un movimento dolce e rilassante ma al contempo senza precludere il mantenimento della tonicità della struttura corporea ed evitando i rischi dovuti al sovrappeso. La possibilità quindi di nuotare o di fare della ginnastica in perfetta sospensione, allevia tutti gli effetti collaterali legati alle difficoltà circolatorie e culla tutte le emozioni che a volte si possono trasformare in piccole paure o ansie per aspettativa.

 

L’acqua, inoltre, essendo un elemento non terrestre, accentua maggiormente il ricordo e l’importanza del respiro, elemento fondamentale e strumento essenziale nel momento del parto. Quindi perché è importante questo momento di sport per la donna in attesa? Perché diventa momento condiviso di educazione motoria ma anche di socializzazione e di divertimento mirato a farla sentire bene durante la trasformazione del suo aspetto fisico ma anche psicologico.

 

 

Michela Vomiero

Imprenditore Sportivo e Docente F.I.N.